Garaventa Lift al Centro commerciale “GLOBO” di Busnago.

Dal 3 al 9 Settembre 2018, Garaventa Lift sarà presente al Centro Commerciale “Globo ” di Busnago (MB).

Uno spazio dedicato ai nostri elevatori per il superamento di dislivelli in case, condomini e uffici.

In esposizione  Opall’innovativo elevatore a vano aperto senza fossa ideale per piccoli dislivelli.

Numerose sono le installazioni di elevatori, montascale a piattaforma montascale a poltroncina che l’azienda con sede e polo produttivo a Lainate (MI)
conta nella provincia di Monza e Brianza e che aiutano provati e aziende a superare le barriere architettoniche in autonomia e senza fatica.

 

Vi aspettiamo al Centro Commerciale “Globo”!

Centro Commerciale GLOBO

Via Italia, 197

Busnago (MB)

Garaventa Lift all centro commerciale Globo
Garaventa Lift al Centro Commerciale "GLOBO" di Busnago (MB)

Chiedete maggiori informazioni

Garaventa Lift alla 82° Fiera del Levante: soluzioni per arredare senza barriere.

Manca esattamente un mese alla 82° edizione della Fiera campionaria nazionale e internazionale che si tiene alla Fiera del Levante di Bari, scoprite le novità che Garaventa Lift presenterà nel corso  di questo evento.

Avrà luogo a Bari dall’8 al 16 Settembre la Fiera del Levante 2018, uno degli appuntamenti più importanti non solo per la Regione Puglia ma anche per il mercato Internazionale che quest’anno come tema centrale ha il futuro e il cibo italiano. Sarà il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte a inaugurare la Fiera del Levante.
Attesi 230.000 visitatori da ogni parte d’Italia e 20 padiglioni espositivi in cui verranno proposte novità e innovazioni per ogni settore.


Garaventa Lift
esporrà presso il padiglione EDILIZIA le sue soluzioni per arredare senza barriere architettoniche. Il costante studio del design e dei dettagli delle soluzioni firmate Garaventa Lift consentono di proporre elevatori sempre al passo con i tempi e ce seguono le tendenze del momento in termini di interior design e arredamento. Un occhio di riguardo, ovviamente, viene dedicato da Garaventa alla semplicità d’uso dei prodotti e alla possibilità di rendere gli spostamenti da un piano all’altro comodi per tutti.

E per le case già esistenti? Particolare attenzione verrà dedicata nel corso della Fiera del Levante all’adattamento degli spazi abitativi e alla possibilità di rendere immobili residenziali e commerciali facilmente fruibili e senza barriere architettoniche. In esposizione gli elevatori e i montascale che Garaventa Lift progetta per rendere gli spostamenti da un piano all’altro e il superamento delle scale privo di barriere architettoniche e senza ostacoli.

Con questa partecipazione alla Fiera del Levante, Garaventa Lift mantiene vivo e costante il rapporto con la Regione Puglia che da anni rappresenta un importante punto di riferimento per la filiale italiana di uno dei Gruppi di maggior prestigio nel mercato dei prodotti per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Vi aspettiamo a La Fiera del Levante – BARI

PADIGLIONE N°19 – EDILIZIA

STAND N° 36

www.fieradellevante.it 

fiera del levante
Garaventa Lift è alla Fiera del Levante - PADIGLIONE N° 19 STAND N° 36.

Chiedete maggiori informazioni

Il montascale in condominio: installazione e ripartizione spese.

Il montascale in condominio è un bene fondamentale per la vita quotidiana di alcuni, un “plus” per altri.
Il montascale  può essere sempre installato in condominio.
La ripartizione delle spese di acquisto invece dipende dalle disposizioni della assemblea condominiale.

Il montascale è un bene che a richiesta anche di un singolo condomino può, per Legge, essere installati in condominio.
E’ importante ricordare che il soggetto che desidera installare l’ausilio deve farlo per iscritto e in ogni caso, l’installazione del montascale deve essere fatta in modo tale da non ledere la destinazione d’uso delle cose comuni, da non alterare il decoro e da non pregiudicare il diritto degli altri condomini all’uso delle parti interessate dalle modifiche. (art. 1102 c.c.).

Vediamo insieme le differenti casistiche e la relativa gestione dell’installazione e delle spese.

Se l’assemblea non è favorevole al montascale.

Se l’assemblea delibera di non voler partecipare alla spesa può farlo ma non può opporsi all’installazione del montascale.
In questo caso sia la spesa per l’acquisto del bene che le spese di manutenzione saranno esclusivamente a carico del richiedente.


Se l’assemblea è favorevole al montascale.

Se la maggioranza dell’assemblea delibera di essere favorevole all’installazione del bene, parteciperà alla spesa sulla base dei millesimi di proprietà.

Ovviamente se alcuni condomini hanno informato l’amministratore della loro intenzione di non partecipare, la spesa dovrà essere suddivisa solamente tra i condomini favorevoli e sempre sulla base dei millesimi di proprietà.

Per quanto riguarda le spese di manutenzione per il montascale, la Legge non regola chiaramente questo aspetto ma vista la funzione analoga con l’elevatore, si può considerare che anch’esse debbano essere ripartite tra i partecipanti alla spesa per l’acquisto del montascale. (dell’art. 1124 c.c.).

Se l’assemblea non si esprime o non delibera in merito al montascale.

Nel caso in cui l’assemblea non  avesse espresso un parere e formulato una delibera dopo 3 mesi dalla richiesta scritta, la spesa per l’acquisto del  bene così come la sua manutenzione saranno esclusivamente a carico del richiedente.


Normative di riferimento

legge n. 13 del 1989  “nel caso in cui il condominio rifiuti di assumere, o non assuma entro tre mesi dalla richiesta fatta per iscritto, le deliberazioni di cui al comma 1, i portatori di handicap, ovvero chi ne esercita la tutela o la potestà di cui al titolo IX del libro primo del codice civile, possono installare, a proprie spese, servoscala nonché strutture mobili e facilmente rimovibili e possono anche modificare l’ampiezza delle porte d’accesso, al fine di rendere più agevole l’accesso agli edifici, agli ascensori e alle rampe dei garages” (art. 2, secondo comma, l. n. 13/89).

primo comma dell’art. 2 legge n. 13/89, “le deliberazioni che hanno per oggetto le innovazioni da attuare negli edifici privati dirette ad eliminare le barriere architettoniche di cui all’articolo 27, primo comma, della legge 30 marzo 1971, n. 118, ed all’articolo 1, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1978, n. 384, nonché la realizzazione di percorsi attrezzati e la installazione di dispositivi di segnalazione atti a favorire la mobilità dei ciechi all’interno degli edifici privati, sono approvate dall’assemblea del condominio, in prima o in seconda convocazione, con le maggioranze previste dal secondo comma dell’articolo 1120 del codice civile”.

terzo comma dell’art. 2 legge n. 13/89 I condòmini dissenzienti possono notificare il proprio dissenso dalla spesa e quindi non parteciparvi.


Alcune normative possono subire degli aggiornamenti o delle modifiche.
Contattaci per ricevere tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Chiedete maggiori informazioni